TORTA DI ROSE ALLA GIANDUIA

INGREDIENTI

  • 680 g di farina tipo 0
  • 300 g di crema alla gianduia
  • 250 ml di latte intero
  • 60 g di granella di nocciole
  • 50 g di zucchero di canna + 30 g per la farcitura
  • 40 g di burro a pomata
  • 40 g di olio evo
  • 2 uova +1 tuorlo
  • 2 g di lievito di birra fresco
  • Un pizzico di sale

La torta di rose alla nocciola è un ottimo dessert o il modo giusto per iniziare la giornata.
L’abbattitore LIFE ti consente utilizzare pochissimo lievito e di ottenere una maturazione dell’impasto eccellente. Grazie alla “Lievitazione Programmata” potrai impastare quando hai tempo e posticipare la cottura in una seconda fase, magari al rientro dal lavoro.

Versa il latte, il lievito, 50 g di zucchero e le uova in una terrina e mescola.
Aggiungi mezza dose di farina e incorpora per 3 minuti, quindi aggiungi la metà restante e impasta per altri 3 minuti.
Completa con sale, olio e amalgama per 2 minuti.

Disponi l’impasto sul piano di lavoro e realizza una piega a tre, forma una pallina e lascia riposare per 40 minuti nell’abbattitore LIFE a 28°C: LIEVITAZIONE > IMMEDIATA > 28°C > 40 MINUTI.
Riponi in LIFE anche il burro per ammorbidirlo.

Stendi l’impasto dando una forma rettangolare con spessore 5 mm.
Al burro ammorbidito aggiungi 30 g di zucchero e mescola fino a renderlo simile ad una pomata; con una spatolina distribuiscilo sopra l’impasto. Stendi la crema alla gianduia su tutta la superfice, bordi compresi, cospargi con granella di nocciole e arrotola.

Taglia il rotolo a rondelle alte circa 6 cm e adagiale in una tortiera foderata con carta forno tenendole distanziate tra loro.
Avvia l’abbattitore LIFE:  LIEVITAZIONE > IMMEDIATA > 28°C > 5 ore  oppure PROGRAMMATA se non hai tempo di cuocere subito.

Cuoci con forno ventilato a 180⁰C per circa 30 minuti.

Quando mancano 7 minuti alla conclusione della cottura avvia il prerafreddamento dell’abbattitore LIFE e a cottura ultimata inserisci la torta: ABBATTIMENTO > DOLCI > TORTA con la sonda al cuore.

Se consumata subito, servi quando la sonda rileva la temperatura di 50⁰C, diversamente concludi l’abbattimento.